background

Vertice Mondiale sulla Salute

Il 21 maggio, i Leader del G20 e di altri Stati si sono riuniti al Vertice Globale della Salute (Global Health Summit) di Roma, alla presenza dei Capi delle organizzazioni internazionali e regionali.

È stato prodotto un documento per tentare di dare delle direttive all'azione dei governi per la salute globale. Sono inoltre stati confermati alcuni programmi già in corso e promosse ulteriori iniziative di cooperazione multilaterale per sviluppare una maggiore solidarietà a livello globale per quel che concerne le emergenze sanitarie. In questo senso, durante il Vertice sono stati trattati temi come i brevetti vaccinali, il rafforzamento dei poteri delle organizzazioni internazionali e, quindi, della parziale limitazione della sovranità nazionali per alcuni temi specifici, sebbene questa sia una strada ancora in salita.

Il Vertice Globale della Salute di Roma è stata una tappa essenziale nella cornice del G20 presieduto dall'Italia e alle sue tre priorità: Persone, Prosperità e Pianeta. L'incontro è stato essenziale per riunire i nuovi impegni finanziari per il programma Covax. Il programma Covax è sostenuto dalle Nazioni Unite ed ha il fine di fornire due miliardi di dosi di vaccino ad almeno un quarto della popolazione dei Paesi più poveri entro la fine del 2021. Ovviamente è importante sottolineare che il programma Covax non è strettamente connesso ai vaccini, quanto altresì a tutto ciò che gravita intorno al tema. Si sta parlando di prezzi lievitati per l'acquisto di siringhe, per i componenti del siero vaccinale, dei contenitori in vetro o plastica, e della limitazione, pertanto, delle forniture degli stessi. Inoltre, bisogna far fronte alla questione delle infrastrutture necessarie per trasportare e prelevare le dosi vaccinali e di conseguenza  provvedere a magazzini refrigerati, camion per la distribuzione, frigoriferi per la conservazione, formazione e remunerazione del personale sanitario. Come si può notare, il quadro non è così lineare come si pensa generalmente. L'obiettivo è, appunto, quello di giungere ad un accordo risolutivo entro fine ottobre per il Vertice del G20.

Alla luce di quanto affermato, è importante rimarcare che nella Dichiarazione non viene menzionato alcun tipo di sospensione -temporanea e non - dei brevetti, bensì la condivisione su base volontaria di licenze, conoscenza e tecnologia utilizzata. La direzione che l'UE vorrebbe seguire sarebbe, quindi, fondata sull'abbattimento di alcuni ostacoli quali le restrizioni all'export e nuove norme per le licenze sui brevetti.

Gli impegni concreti della comunità internazionale per supportare finanziariamente il programma Covax e dell'Act-Accelerator sono uno dei risultati ottenuti con il Vertice. L'Italia si impegna a stanziare 300 milioni di euro per garantire immunizzazione, diagnostica e terapie efficaci per i Paesi a basso reddito. Inoltre, come annunciato dal Premier Draghi, verrà applicata una deroga temporanea degli accordi TRIPs sulla proprietà intellettuale dei brevetti, con lo scopo di avvantaggiare rapide risposte farmaceutiche. L'UE, dal canto suo, ha promesso lo stanziamento di 100 milioni di dosi entro il 2021, di cui 15 milioni provenienti dall'Italia.

Un punto essenziale nella Dichiarazione è l'orientamento One Health, che sostiene che le malattie più contagiose siano causate da patogeni trasmessi da animali e che deforestazione, erosione della biodiversità e altri processi di distruzione dell’ambiente siano all’origine di molte emergenze sanitarie. In merito, durante il Vertice, è stato opportuno esprimere un appoggio al riesame in corso dei meccanismi e dell’assetto istituzionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e di altri organismi.

La pandemia ci ha mostrato quanto siamo fragili, e quanto i legami multilaterali in materia sanitaria non siano saldi come ci saremmo aspettati. Solo attraverso nuovi e innovativi meccanismi istituzionali e alla cooperazione internazionale ad ogni livello potremo sperare di non vivere mai più situazioni catastrofiche analoghe a quelle in cui ci troviamo.


Condividi il post

  • L'Autore

    Valeria Lavano

    IT: Valeria Lavano, studentessa italo-canadese nel corso di Laurea Magistrale in Studi Politici Internazionali presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Ha conseguito un Master of Science in International Cooperation, Finance and Development e una laurea triennale in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali.

    La sua passione per la politica e le relazioni internazionali è stata coltivata anche grazie alle molteplici esperienze vissute, quali la partecipazione attiva ai Seminari di studio preparatori alle carriere internazionali e comunitarie dell'Associazione Europea di Studi Internazionali (AESI) e la Summer School "Acting EuHope" dell'Istituto Toniolo, sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e con il Patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, nel 2017. Dal 2015 è Membro dell'équipe nazionale del Movimento Studenti di Azione Cattolica (MSAC).

    Nella realtà di Mondo Internazionale ricopre il ruolo di Autrice per l’area tematica “Organizzazioni Internazionali”.


    EN: Valeria Lavano is an Italian-Canadian student in the Master of Science program in International Political Studies at the University of Roma Tre. She obtained a Master of Science in International Cooperation, Finance and Development and a Bachelor of Arts in Political Science and International Relations.

    Her passion for politics and international relations has been developed also thanks to the multiple experiences she lived, such as the active participation in the Preparatory Study Seminars for International and EU careers of the European Association of International Studies (AESI) and the Summer School "Acting EuHope" of the Toniolo Institute, under the High Patronage of the European Parliament and with the Patronage of the Representation in Italy of the European Commission, in 2017. Since 2015, she has been a Member of the national team of the Student Movement of Catholic Action (MSAC).

    In Mondo Internazionale, she is an Author for the "International Organizations" thematic area.

Categorie

Dal Mondo Sezioni Organizzazioni Internazionali Salute e Benessere


Tag

#G20 Italy geopolitics EuropeanUnion People Planet Prosperity

Potrebbero interessarti

Image

Consiglio Europeo: fra pandemia e questione migratoria

Tiziano Sini
Image

Il mercato delle emissioni: come le aziende fanno trading sull'inquinamento

Gianluca Penza
Image

Vaccini in Europa: a che punto siamo?

Valeria Lavano
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui