Regolamento di Riservatezza

CAPITOLO 1

PREMESSA

La presente pianificazione è volta a regolamentare ed a specificare il regolare svolgimento dell’Attività dell’Associazione. Tutti gli Associati sono tenuti a rispettarlo, conformemente al rispetto dello Statuto e del Regolamento dell’Associazione stessa. Il pieno rispetto di tale pianificazione rientra nel rispetto e trasparenza delle attività associative.

In aggiunta a quanto previsto dalla legge, dallo Statuto e dal Regolamento Unico dell'Associazione, a ciascun membro dell’Associazione è fatto divieto divulgare, il contenuto della presente pianificazione, le strategie e le prospettive future con persone terze, nonché replicare ed istituire attività uguali o con caratteri sostanziali simili all'esterno dell'Associazione stessa.

Gli stessi membri dell’Associazione, inoltre, devono verificare la corretta osservanza di tale norma di tutti gli Associati e/o ex membri dell'Associazione. Qualora un'attività già svolta dall’Associazione venga replicata o ideata all’interno dell’Associazione ed istituita singolarmente per il conseguimento di scopi ed obiettivi a titolo personale all'esterno dell'Associazione, Mondo Internazionale si riserva di adottare ogni misura necessaria per il rispetto di tale norma nelle sedi opportune.

Si ritiene la classificazione di riservatezza divisa in tre fasce direttamente collegabili:

Alta (A) – tutti gli Associati che lavorano con documenti ad alta riservatezza e rischio, quali i documenti relativi al Comitato Direttivo, alla Presidenza, alla Pianificazione Strategica e alla Tesoreria. Essi devono rispettare il Regolamento Unico e lo Statuto dell’Associazione.

Media (B) – tutti gli Associati che devono rispettare Regolamento Unico e Statuto ma non hanno possibilità di accesso a tutti i documenti ad alta riservatezza.

Bassa (C) – tutti gli Associati che devono rispettare Regolamento Unico e Statuto.

CAPITOLO 2

Articolo 1

PRESIDENTE

Visto quanto stabilito all’art. 1 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del presidente è di tipo (A) - Alto.

Il Presidente ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con enti pubblici e privati tra cui, in particolare, le istituzioni, le organizzazioni internazionali, i sostenitori dell’Associazione e del volontariato essendo colui che svolge attività di rappresentanza legale, tutelando l’immagine dell’Associazione;
  2. contatti con tutti gli Enti indicati al comma 1, articolo 1, elenco da intendersi esemplificativo ma non esaustivo, grazie al quale il Presidente può divulgare materiali associativi nel rispetto dello Statuto e del Regolamento Unico;
  3. contatti con tutti i membri dell’Associazione. A lui devono essere indirizzate tutte le problematiche degli Associati affinché si trovi nelle condizioni di poter intervenire tempestivamente. Qualora non fosse nelle condizioni di poter intervenire è da considerarsi estraneo ai fatti;
  4. agisce autonomamente ma in costante contatto con l’intera Associazione e gli enti esterni;
  5. è al corrente di tutta la documentazione dei dati personali degli Associati, della situazione degli stessi e di eventuali problematiche ritenute sensibili dagli associati stessi. In quest’ultimo caso, insieme al Vice-Presidente può essere l’unico informato sui fatti. Ha il dovere di non divulgare dati personali e/o confidenze degli associati a Terzi al di fuori del Comitato Direttivo o di coloro direttamente interessati.

Articolo 2

VICE – PRESIDENTE

Visto quanto stabilito all’art. 2 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Vice-Presidente è di tipo (A)- Alto.

Il Vice – Presidente ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti diretti con la Presidenza, in particolar modo, in caso di sostituzione del Presidente;
  2. contatti diretti con il Comitato Direttivo con l’obiettivo di dare equilibrio allo stesso e verificare il corretto funzionamento di tale organo;

    - contatti con tutti i membri dell’Associazione per verificare il corretto svolgimento delle attività associative e potere intervenire direttamente e tempestivamente; - contatti con enti pubblici e privati tra cui, in particolare, le istituzioni, le organizzazioni internazionali, i sostenitori dell’Associazione e del volontariato essendo colui che svolge attività di rappresentanza legale, tutelando l’immagine dell’Associazione;

  3. agisce autonomamente ma in costante contatto con l’intera Associazione e gli enti esterni;
  4. è al corrente di tutta la documentazione dei dati personali degli Associati, della situazione degli stessi e di eventuali problematiche ritenute sensibili dagli associati stessi. In quest’ultimo caso, insieme Presidente può essere l’unico informato sui fatti. Ha il dovere di non divulgare dati personali e/o confidenze degli associati a Terzi al di fuori del Comitato Direttivo o di coloro direttamente interessati.

Articolo 3

SEGRETARIO GENERALE

Visto quanto stabilito all’art. 3 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Segretario Generale è di tipo (A) - Alto.

Il Segretario Generale ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con Segretariato e con il Comitato Direttivo al quale fornisce scenari sul futuro associativo e sulle strategie per lo sviluppo e al quale propone il Piano Annuale e Triennale secondo la strategia del Responsabile di Business Plan e Progettazione;
  2. contatti con enti pubblici e privati tra cui, in particolare, le istituzioni, le organizzazioni internazionali, i sostenitori dell’Associazione e del volontariato;
  3. può accedere a tutti i documenti associativi, al Conto Bancario e ai sistemi informatici e non informatici, ad esclusione del server e del

    dominio;

  4. agisce autonomamente ma in costante contatto con Presidenza, Comitato Direttivo e l’intero Segretariato.

Articolo 4

DIRETTORE GENERALE

Visto quanto stabilito all’art. 4 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del presidente è di tipo (A)-Alto.

Il Direttore Generale ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con l’intera Associazione per poter dirigere il personale dell’Associazione, i piani di lavoro e i relativi budget, l’attività degli uffici e la loro organizzazione e l’attività amministrativa;
  2. contatti con gli Enti esterni per la programmazione dell’attività associativa negli incontri nazionali e internazionali e per la stipula di accordi relativi a singoli progetti con la firma congiunta con il Segretario Generale;
  3. accesso, previa autorizzazione del Segretario Generale, a tutti i documenti del personale, ai software, ai programmi informatici e non informatici in modalità gestore, al conto bancario, alla sede legale e/o operativi dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanenti sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa in merito alla gestione del personale, il conto bancario e i sistemi informatici e non informatici, ad esclusione del server e del dominio;
  4. agisce autonomamente previa autorizzazione del Segretario Generale e del Comitato Direttivo.

Articolo 5

DIRETTORE OPERATIVO

Visto quanto stabilito all’art. 5 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del direttore operativo è di tipo (A) - Alto.

Il Direttore Operativo ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatto con l’intera Associazione con sede in Italia e all’estero per dirigere le attività di blog, le attività di traduzione, le attività di social media, le attività di sponsorizzazione e merchandising, e le attività di revisore di bozze;
  2. contatti con Enti esterni per la stipula di accordi di singole attività con la firma congiunta del Segretario Generale;
  3. ha accesso, previa autorizzazione del Segretario Generale, a tutti i documenti del personale e delle singole attività, ai programmi informatici e non informatici in modalità gestore; al conto bancario; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa in merito alla gestione del personale, il conto bancario, i sistemi informatici e non informatici, ad esclusione del server e del dominio;
  4. agisce autonomamente previa autorizzazione del Segretario Generale.

Articolo 6

TESORIERE

Visto quanto stabilito all’art. 6 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del tesoriere è di tipo (A)- Alto.

Il Tesoriere ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. Contatto diretto con il Comitato Direttivo al quale comunica le entrate e le uscite dell’Associazione con l’obiettivo di evitare nel breve periodo il rischio di dover ricorrere a finanziamenti maggiori di quelli previsti e deve proporre e attuare le politiche monetarie dell’Associazione, con l’approvazione del Segretario Generale e il Presidente, e definire un piano finanziario annuale e trimestrale;
  2. Ha accesso a tutti i documenti economici- finanziari, al conto bancario e ai sistemi informatici e non informatici inerenti alle attività economiche- finanziarie dell’Associazione e può interagire e relazionarsi con istituti di credito e finanziari, con il Commercialista individuato dal Comitato
    Direttivo.

Articolo 7

DIRETTORE DI SEGRETERIA E DI COORDINAMENTO

Visto quanto stabilito all’art. 7 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Direttore di Segreteria e di Coordinamento è di tipo (A)-Alto.

Il Direttore di Segreteria e di Coordinamento ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatto con la Presidenza, per la gestione delle attività, dell’agenda e dei loro documenti dell’organo;
  2. contatto con il Comitato Direttivo, redigendo i verbali di tale organo e coordinando le loro attività;
  3. contatto sia con l’intera Associazione con il fine di archiviare e gestire i documenti di tutto il personale dipendente e associato dell’Associazione sia con l’esterno per archiviare e gestire i documenti relativi alle collaborazioni e convenzioni stipulate dall’Associazione;
  4. ha accesso, previa autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin; al conto bancario; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa, conto bancario, sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione;
  5. agisce autonomamente previa autorizzazione della Presidenza.

Articolo 8

WEBMASTER

Visto quanto stabilito all’art. 8 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Webmaster è di tipo (B)-Medio.

Il Webmaster ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatto con il Segretario Generale, con l’approvazione del Comitato Direttivo, per svolgere al meglio le proprie attività;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, o in sua vece il Vice –Presidente, a tutti i documenti informatici dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono relativi ai sistemi informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione;
  3. agisce sempre previo consenso del Segretario Generale e del Comitato Direttivo.

Articolo 9

RESPONSABILE DEL PROGETTO

Visto quanto stabilito all’art. 9 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Responsabile di Progetto e del Vice Responsabile di Progetto è di tipo (C)-Basso.

Il Responsabile di Progetto ha una carica di Categoria Bassa che prevede:

  1. contatti con il Direttore Generale per coordinare con quest’ultimo le attività del progetto;
  2. contatti con i Responsabili di altri progetti al fine di collaborare e creare sinergie tra i diversi progetti;
  3. accesso ai documenti relativi al proprio progetto che può modificare solo con il consenso del Direttore Generale;
  4. agisce previa autorizzazione del Direttore Generale.

Articolo 10

VICE RESPONSABILE DEL PROGETTO

Visto quanto stabilito all’art. 10 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Responsabile di Progetto e del Vice Responsabile di Progetto è di tipo (C)-Basso.

Il Vice-Responsabile ha una carica di Categoria Bassa che prevede:

  1. contatto solo con il Responsabile di Progetto, da cui dipende per tutte le attività del progetto assegnato. Uno dei due Vice Responsabile deve sostituire il Responsabile in caso di sua assenza;
  2. accesso ai documenti relativi al proprio progetto che può modificare solo con il consenso del Direttore Generale;
  3. agisce solo previo consenso del Responsabile di Progetto.

Articolo 11

RELAZIONI ESTERNE

Visto quanto stabilito all’art. 11 del Capitolo 1 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività di relazioni esterne è di tipo (B)-Medio.

I membri del team di Relazioni esterne hanno una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con Enti terzi, in caso di richieste di collaborazioni previo permesso del Presidente dell’Associazione, del Vice-Presidente e/o Comitato Direttivo;
  1. contatti con possibili stakeholders con cui l’Associazione possa collaborare, avendo cura dell’immagine dell’Associazione stessa all’esterno e dei rapporti che essa intrattiene con gli enti terzi con cui collabora;
  2. possono divulgare materiali associativi, solo con il consenso del Presidente dell’Associazione, del Vice Presidente e/o del Comitato Direttivo.

Articolo 12

SEGRETERIA E COORDINAMENTO

Visto quanto stabilito all’art. 12 del Capitolo 2 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività di Segreteria e di Coordinamento è di tipo (A) - Alto.

I membri della Segreteria e di Coordinamento hanno una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con Enti esterni, in caso di richieste di collaborazioni previo permesso del Presidente dell’Associazione, del Vice Presidente e/o Comitato Direttivo;
  2. contatti con l’intera Associazione per coordinare ed organizzare le attività, andando a verificare il corretto avanzamento dei progetti e delle collaborazioni;
  3. contatti con singoli individui che richiedono informazioni sull’Associazione o che richiedono di entrare a far parte dell’Associazione, gestendo le associazioni e i rinnovi delle stesse;
  4. possono divulgare materiali associativi, solo con il consenso del Presidente dell’Associazione, del Vice Presidente e/o del Comitato Direttivo;
  5. possono agire previo consenso della Presidenza e del Comitato Direttivo.

Articolo 13

VICE-DIRETTORE DI SEGRETERIA E DI COORDINAMENTO

Visto quanto stabilito all’art. 13 del Capitolo 2 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Vice- Direttore di Segreteria e di Coordinamento è di tipo (A)-Alta.

Il Vice-Direttore di Segreteria e di Coordinamento ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con il Direttore di Segreteria e di Coordinamento e con il Segretario Generale, in quanto coordinatore della Segreteria del Segretario Generale con la delega permanente del Direttore di Segreteria e di Coordinamento;
  2. contatti con il Segretariato per coordinare le attività e con il Comitato Direttivo per poter redigere i verbali del Comitato Direttivo in assenza del Responsabile di Segreteria e di Coordinamento;
  3. ha accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità membro/gestore; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa e i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività di Segreteria dell’Associazione;
  4. agisce previo consenso del Direttore di Segreteria e di Coordinamento e del Segretario Generale.

Articolo 14

REFERENTI PER LE ATTIVITÀ DI SEGRETERIA E DI COORDINAMENTO

Visto quanto stabilito all’art. 14 del Capitolo 2 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività della tesoreria è di tipo (B)-Medio.

I Referenti per le attività di Segreteria e di Coordinamento ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Direttore di Segreteria e di Coordinamento e con il Vice-Direttore di Segreteria e di Coordinamento nello svolgimento dei compiti previsti dal presente Regolamento secondo quanto specificato per le attività di segreteria e di coordinamento delle attività dell’Associazione Mondo Internazionale;
  2. agisce previo consenso del Direttore di Segreteria e di Coordinamento e con il Vice-Direttore di Segreteria e di Coordinamento.

Articolo 15

SEGRETARIATO

Visto quanto stabilito all’art. 15 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Segretariato è di tipo (A)-Alto.

I membri del Segretariato hanno una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con il Segretario Generale che coordina il team;
  2. accesso con autorizzazione del Segretario Generale, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità membro/gestore; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa e i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività di Segretariato dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Segretario Generale.

Articolo 16

TESORERIA

Visto quanto stabilito all’art. 16 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività della tesoreria è di tipo (A)-Alto.

I membri del Team di Tesoreria hanno una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con il Comitato Direttivo al quale comunica le entrate e le uscite dell’Associazione con l’obiettivo di evitare nel breve periodo il rischio di dover ricorrere a finanziamenti maggiori di quelli previsti e deve proporre e attuare le politiche monetarie dell’Associazione, con l’approvazione del Segretario Generale e il Presidente, e definire un piano finanziario annuale e trimestrale;
  2. accesso a tutti i documenti economici- finanziari, al conto bancario e ai sistemi informatici e non informatici inerenti alle attività economiche- finanziarie dell’Associazione e può interagire e relazionarsi con istituti di credito e finanziari, con il Commercialista individuato dal Comitato Direttivo;
  3. agisce previa con l’approvazione del Segretario Generale e del Presidente.

Articolo 17

PIANIFICAZIONE, BUSINESS PLAN ED EURO-PROGETTAZIONE

Visto quanto stabilito all’art. 17 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team di pianificazione, business plan ed euro-progettazione è di tipo (A)-Alta.

I membri del Team Pianificazione, Business Plan ed Euro-Progettazione hanno una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con il Presidente, il Vice - Presidente e il Segretario Generale per la ricerca di bandi pubblici e/o privati, nazionali ed europei, per il finanziamento dei progetti associativi della stessa con l’obiettivo di delineare le strategie future dell’Associazione;
  2. contatti con gli Enti interni e/o internazionali per la ricerca di bandi pubblici e/o privati nazionali ed europei, per il finanziamento dei progetti associativi della stessa con l’obiettivo di delineare le strategie future dell’Associazione;
  3. accesso a tutti i documenti economico-finanziari per creare il Business Plan;
  4. agisce previo consenso del Presidente, del Vice-Presidente e del Segretario Generale.

Articolo 18

DIRETTORE PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Visto quanto stabilito all’art. 18 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del direttore pianificazione strategica è di tipo (A)-Alta.

Il Direttore Pianificazione Strategica ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatto con il Segretario Generale e il Comitato Direttivo per redigere il Business Plan dell’Associazione e per ciascuno progetto dell’Associazione stessa e per partecipare ai bandi nazionale e internazionali;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità membro/gestore; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa e i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione;
  3. Agisce previo consenso del Segretario Generale e del Presidente.

Articolo 19

VICE-DIRETTORE CONTROLLO DI GESTIONE

Visto quanto stabilito all’art. 19 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle del Vice-direttore controllo di gestione è di tipo (A) – Alta.

Il Vice-Direttore Controllo di Gestione ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con il Direttore Pianificazione Strategica e il team di Pianificazione, Business Plan ed Euro-Progettazione per la ricerca di bandi per il finanziamento dei progetti dell’Associazione, per il coordinamento della creazione di nuovi progetti associativi, per la creazione del Business Plan dell’Associazione e di ciascun progetto dell’Associazione stesso secondo la forma più opportuna, per la verifica della veridicità e dell’esattezza delle informazioni inserite al momento della compilazione dei documenti finalizzati per la ricerca di bandi e per la creazione dei vari Business Plan;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità membro; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa e sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Pianificazione Strategica.

Articolo 20

VICE-DIRETTORE STRATEGICO

Visto quanto stabilito all’art. 20 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Vice- Direttore Strategico è di tipo (A) - Alta.

Il Vice-Direttore Strategico ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatto con il Segretario Generale e il Comitato Direttivo per redigere il Business Plan dell’Associazione e per ciascuno progetto dell’Associazione stessa e per partecipare ai bandi nazionale e internazionali;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità membro/gestore; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa e i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Strategico.

Articolo 21

CONSULENZA LEGALE

Visto quanto stabilito all’art. 21 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team di consulenza legale è di tipo (B) - Medio.

Il Team di Consulenza Legale ha carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatto con il Presidente e il Vice-Presidente, i quali vengono consigliati per la rappresentanza legale dell’Associazione, per l’effettiva possibilità di attuazione dei progetti proposti da parte dell’Associazione stessa e per i possibili sviluppi in merito alle normative che regolano e disciplinano gli Enti del Terzo Settore;
  2. contatto con il Segretario Generale per la gestione del personale dipendente e/o volontario e con il Comitato Direttivo per le attività nazionale e internazionali associative;
  3. accesso a tutta la documentazione necessaria per il raggiungimento degli obiettivi, previa autorizzazione del Presidente e del Vice –

    Presidente;

  4. agisce previo consenso del Segretario Generale.

Articolo 22

CONSULENTE LEGALE

Visto quanto stabilito all’art. 22 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del consulente legale è di tipo (B)-Medio.

Il Consulente Legale ha carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatto diretto con il Presidente e il Vice-Presidente, i quali vengono consigliati per la rappresentanza legale dell’Associazione, per l’effettiva possibilità di attuazione dei progetti proposti da parte dell’Associazione stessa e per i possibili sviluppi in merito alle normative che regolano e disciplinano gli Enti del Terzo Settore;
  2. contatto diretto con il Segretario Generale per la gestione del personale dipendente e/o volontario e con il Comitato Direttivo per le attività nazionale e internazionali associative;
  3. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità membro/gestore; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa e i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione;
  4. agisce previo consenso del Segretario Generale.

Articolo 23

VICE-CONSULENTE LEGALE

Visto quanto stabilito all’art. 23 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del vice- consulente legale è di tipo (B)-Medio.

Il Vice-Consulente Legale ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatto con il Consulente Legale, il Presidente e il Vice-Presidente, i quali vengono consigliati per la rappresentanza legale dell’Associazione, per l’effettiva possibilità di attuazione dei progetti proposti da parte dell’Associazione stessa e per i possibili sviluppi in merito alle normative che regolano e disciplinano gli Enti del Terzo Settore;
  2. contatto con il Segretario Generale per la gestione del personale dipendente e/o volontario e con il Comitato Direttivo per le attività nazionale e internazionali associative;
  3. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità membro/gestore; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa e i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione;
  4. agisce previo consenso del Consulente Legale.


Articolo 24

TEAM DI COMUNICAZIONE E WEBMASTER

Visto quanto stabilito all’art. 24 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team di comunicazione e webmaster è di tipo (B)- Medio.

Il Team di Comunicazione e Webmaster ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatto con il Comitato Direttivo per impostare le attività di comunicazione dell’Associazione e per verificare lo svolgimento delle attività di comunicazione secondo quanto approvato dal Comitato Direttivo;
  2. contatto con il team di Pianificazione, Business Plan ed Euro- Progettazione per programmare gli sviluppi futuri dell’Associazione, con il team di Consulenza legale per il pieno rispetto delle normative vigenti di divulgazione delle informazioni e con il team di Tesoreria per lo stanziamento dei fondi di sviluppo del sito web o di sponsorizzazioni;
  3. agisce previo consenso del Direttore di Comunicazione.

Articolo 25

DIRETTORE DI COMUNICAZIONE

Visto quanto stabilito all’art. 25 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Direttore di comunicazione e webmaster è di tipo (B)-Medio.

Il Direttore di Comunicazione ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Vice-Direttore di Comunicazione, con il Webmaster, e con il Comitato Direttivo, ai quali consiglia l’impostazione delle attività di comunicazione;
  2. contatti con il team di Pianificazione, Business Plan ed Euro-Progettazione per programmare gli sviluppi futuri dell’Associazione e con il team di Tesoreria per lo stanziamento dei fondi di sviluppo del sito web o di sponsorizzazioni;
  3. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attìvità in modalità admin; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa, sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  4. agisce previo consenso del Segretario Generale.

Articolo 26

VICE-DIRETTORE DI COMUNICAZIONE

Visto quanto stabilito all’art. 26 del Capitolo 3 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Vice- Direttore di comunicazione e webmaster è di tipo (B) - Medio.

Il Vice-Direttore di Comunicazione ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Direttore di Comunicazione, con il Webmaster, tramite delega del Direttore di Comunicazione, e con il Comitato Direttivo, al quale consiglia l’impostazione delle attività di comunicazione;
  2. contatti con il team di Pianificazione, Business Plan ed Euro-Progettazione per programmare gli sviluppi futuri dell’Associazione e con il team di Tesoreria per lo stanziamento dei fondi di sviluppo del sito web o di sponsorizzazioni. Le collaborazioni appena citate possono essere attuate solo con la delega del Direttore di Comunicazione;
  3. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin; alla sede legale e/o operativa dell’Associazione e a qualsiasi bene mobile e immobile dell’Associazione per lo svolgimento delle attività associative. Gli accessi consentiti permanentemente sono tutti i documenti presso la sede legale e/o operativa, sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  4. agisce previo consenso del Direttore di Comunicazione.

Articolo 27

COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Visto quanto stabilito all’art. 28 del Capitolo 4 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Collegio dei Probiviri è di tipo (A)-Alta.

Il Collegio dei probiviri ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con il Presidente dell’Associazione che cura, se necessario, l’attuazione dei loro provvedimenti e partecipa alle riunioni del Collegio;
  2. agisce in maniera indipendente ed autonoma.

Articolo 28

COLLEGIO DEI REVISORI DI CONTI

Visto quanto stabilito all’art. 29 del Capitolo 5 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Collegio dei Revisori dei Conti è di tipo (B)-Medio.

Il Collegio dei Revisori dei Conti ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Tesoriere per le funzioni di controllo sulla contabilità e sui bilanci dell’Associazioni;
  2. accesso agli atti, alle spese e alle entrate degli organi centrali in rapporto al bilancio preventivo ed alla rispondenza deliberativa nonché il riscontro di tutti i documenti contabili in collaborazione con la Tesoreria;
  3. agisce autonomamente.

Articolo 29

COMITATO DIRETTIVO INTERNAZIONALE

Visto quanto stabilito all’art. 30 del Capitolo 6 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Comitato Direttivo Internazionale è di tipo (A) - Alta.

Il Comitato Direttivo Internazionale ha una carica di Categoria Alta che prevede:

  1. contatti con Comitato Direttivo e Presidenti delle Associazioni nazionali;
  2. accesso a qualsiasi documento dell’Associazione previo consenso del Presidente di Mondo Internazionale;
  3. agisce autonomamente.

Articolo 30

TEAM REVISORE DI BOZZE

Visto quanto stabilito all’art. 36 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team di revisore di bozze è di tipo (B)-Medio.

I membri del Team di Revisore di Bozze hanno una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Responsabile di Redazione e con il team Social Media per la gestione dei contenuti e delle pubblicazioni;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Responsabile di Redazione.

Articolo 32

TRADUZIONE

Visto quanto stabilito all’art. 37 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team di traduzione è di tipo (B)-Medio.

I membri del Team di Traduzione hanno una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con Direttore Operativo che li gestisce;
  2. contatti con il Responsabile di Traduzione che li coordina;
  3. agisce previo consenso del Responsabile di Traduzione.

Articolo 33

RESPONSABILE DI TRADUZIONE

Visto quanto stabilito all’art. 38 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del responsabile di traduzione è di tipo (B)- Medio.

Il Responsabile di Traduzione ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Vice-Responsabile di Traduzione e il Direttore Operativo con l’obiettivo di tradurre tutti i contenuti pubblici e i documenti dell’Associazione;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Operativo.

Articolo 34

VICE-RESPONSABILE TRADUZIONE

Visto quanto stabilito all’art. 39 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del vice- responsabile di traduzione è di tipo (B)-Medio.

Il Vice-Responsabile di Traduzione ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Responsabile di Traduzione e il Direttore Operativo con l’obiettivo di tradurre tutti i contenuti pubblici e i documenti dell’Associazione;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Responsabile di Traduzione.

Articolo 35

SOCIAL MEDIA

Visto quanto stabilito all’art. 40 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team di Social Media è di tipo (B)-Medio.

Il Team di Social Media ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Team di Comunicazione e il Team di Relazioni esterne per pianificare un’attività efficace di condivisione dei contenuti dell’Associazione;
  2. accesso a tutti i canali di comunicazione social quali Facebook, Instagram, Twitter e LinkedIN e qualsiasi altro social network disponibile per promuovere e diffondere le attività dell’Associazione in Italia e all’estero ai fini di ampliare la rete associativa e la risonanza dei fini e degli obiettivi preposti;
  3. agisce previo consenso del Direttore Operativo.


Articolo 36

SOCIAL MEDIA MANAGER

Visto quanto stabilito all’art. 41 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Social Media Manager è di tipo (B)- Medio.

Il Social Media Manager ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Team di Comunicazione e il Team di Relazioni esterne per pianificare un’attività efficace di condivisione dei contenuti dell’Associazione;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Operativo.

Articolo 37

SOCIAL MEDIA MANAGER FACEBOOK, INSTAGRAM, LINKEDIN E TWITTER

Visto quanto stabilito all’art. 42 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del Social Media Manager Facebook, Instagram, LinkedIn e Twitter è di tipo (B)-Medio.

Il Social Media Manager Facebook, Instagram, LinkedIn e Twitter hanno una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Team di Comunicazione e il Team di Relazioni esterne per pianificare un’attività efficace di condivisione dei contenuti dell’Associazione;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità gestore/membro. Gli accessi consentiti permanentemente sono i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Operativo.

Articolo 38

SPONSORIZZAZIONE E MERCHANDISING

Visto quanto stabilito all’art. 43 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team Sponsorizzazione e Merchandising (B)-Medio.

I membri del Team di Sponsorizzazione e Merchandising hanno una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Responsabile Sponsorizzazione e Merchandising e con il Segretario Generale per il coordinamento del team;
  2. contatti con il Team di Comunicazione e il Team di Relazioni esterne per pianificare un’attività efficace di sponsorizzazione dell’Associazione;
  3. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  4. agisce previo consenso del Segretario generale.

Articolo 39

TEAM AUTORI

Visto quanto stabilito all’art. 44 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team Autori (C)-Bassa.

I membri del Team Autori hanno una carica di Categoria Bassa che prevede:

  1. contatti con Capo Redattori e Direttore Operativo per il coordinamento;
  2. contatto con i Vice – Responsabili di progetto per pianificare un’attività efficace di creazione di contenuti dell’Associazione;
  3. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  4. agisce previo consenso del Direttore Operativo.

Articolo 40

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Visto quanto stabilito all’art. 45 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del team cooperazione internazionale è di tipo (B)-Medio.

I membri del Team Cooperazione Internazionale hanno una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con Responsabile dell’Internazionalizzazione, Direttore Generale e Segretario Generale per il coordinamento e la gestione del team;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Generale e Segretario Generale.

Articolo 41

RISORSE UMANE

Visto quanto stabilito all’art. 46 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del vice- responsabile di traduzione è di tipo (B)-Medio.

Il Team Risorse Umane ha una carica di Categoria Media che prevede:

  1. collabora con il Direttore Generale, al quale propone soluzione di gestione del personale per l’apertura di nuove attività nazionali ed internazionali, e con l’intera Associazione;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Generale.

Articolo 42

ACCORDI SETTORIALI E LOGISTICA

Visto quanto stabilito all’art. 47 del Capitolo 7 nel Regolamento Unico, approvato in data 4 settembre 2019, la riservatezza delle attività del vice- responsabile di traduzione è di tipo (B)-Medio.

I membri del Team Accordi e Logistica hanno una carica di Categoria Media che prevede:

  1. contatti con il Direttore Generale per il coordinamento e la gestione della preparazione di accordi con enti terzi in merito a singoli progetti dell’Associazione in ambito nazionale ed internazionale e per l’organizzazione degli eventi in merito alle attività nazionali e internazionali;
  2. accesso con autorizzazione del Presidente, a tutti i documenti dell’Associazione, ai software e ai programmi informatici e non informatici utili allo svolgimento delle sue attività in modalità admin. Gli accessi consentiti permanentemente sono i sistemi informatici e non informatici volti allo svolgimento delle attività dell’Associazione e i canali Social network e di comunicazione dell’Associazione;
  3. agisce previo consenso del Direttore Generale.

CAPITOLO 3

ULTERIORI DISPOSIZIONI

1. Tutte le informazioni, le attività, e le strategie con cui ogni associato viene a contatto non sono divulgabili all’esterno e non ne è permessa la replica.

2. Ogni associato è tenuto al rispetto dello Statuto, del Regolamento e delle delibere degli organi assembleari previsti per lo svolgimento delle attività Associative.

3. Le violazioni dello Statuto, del Regolamento Unico e delle delibere degli organi assembleari dell’Associazione sono perseguite nelle sedi opportune.

4. Qualora un associato non possa svolgere le attività di sua competenza liberamente accettate secondo quanto previsto dal presente Regolamento Unico, è tenuto ad identificare un suo sostituto e/o al completamento dell’attività al fine di non ostacolare le attività associative, salvo casi eccezionali identificati dal Comitato Direttivo.

5. Per le cariche di categoria A e B il Comitato Direttivo si avvale della facoltà di selezionare le persone che risultino conformi ai requisiti di riservatezza indicati nello svolgimento delle proprie mansioni affinché si possano tutelare gli interessi dell’Associazione.

Ultimo aggiornamento in data 20 febbraio 2020

Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui