background

Le differenze tra allergie ed intolleranze alimentari

Un confronto tra le due problematiche

Spesso si fa molta confusione tra allergie ed intolleranze alimentari, pensando erroneamente che esse possano avere una sintomatologia o un decorso simile. In realtà esistono cause specifiche che le scatenano, nonché test specifici per la diagnosi, come già spiegato nell’articolo precedente dalla Dott.ssa Mascaretti.

La prima sostanziale differenza tra allergia ed intolleranza alimentare è che la prima vede un coinvolgimento del sistema anticorpale, mentre la seconda non prevede una risposta immunitaria. Infatti, in un’allergia il sistema immunitario produce anticorpi contro le proteine dell’alimento potenzialmente pericoloso per l’organismo. Durante un’intolleranza, invece, la carenza enzimatica impedisce la digestione dell’alimento, il quale rimane indigerito nell’intestino e può portare a disturbi gastro-intestinali.

Inoltre, per scatenare una reazione allergica basta una minima quantità; si dice che essa sia dose indipendente. Al contrario, l’insorgenza dei sintomi di un’intolleranza può dipendere dalla quantità della sostanza ingerita, essendo essa dose dipendente. Ciò significa che i disturbi possono nascere dopo un accumulo di sostanza all’interno del nostro organismo, subito dopo l’ingestione dell’alimento o a distanza di giorni.

I sintomi di un’allergia sono molto più specifici rispetto a quelli di un’intolleranza ed insorgono appena dopo l’ingestione dell’alimento, come prurito ed arrossamento della cute, difficoltà respiratorie, shock anafilattico, prurito agli occhi e in gola, gonfiore delle labbra o della lingua, dolori addominali, diarrea, nausea e gonfiore allo stomaco. I sintomi più comuni di un’intolleranza sono invece più aspecifici e si discostano dalle problematiche respiratorie: dolori addominali, diarrea, nausea, gonfiore allo stomaco, prurito ed arrossamento della cute, stanchezza, mal di testa.

Essendo due meccanismi completamente differenti, anche i rimedi a queste due problematiche sono differenti. Per quanto riguarda le allergie, è importante eliminare totalmente l’alimento dalla dieta; per quanto concerne le intolleranze, invece, bisognerebbe assumere l’alimento in piccole quantità, spesso dopo un iniziale periodo di esclusione.

Prima di approfondire singolarmente le varie allergie ed intolleranze nei prossimi articoli, iniziamo con una generale classificazione di esse. Le allergie le suddividiamo in IgE-mediate ed IgE-non mediate. Le intolleranze le distinguiamo in enzimatiche, farmacologiche e da additivi.


Condividi il post

  • L'Autore

    Maria Parisi

    Maria ha conseguito la laurea magistrale in Biologia Applicata alle Scienze della Nutrizione presso l’Università degli Studi di Milano ad ottobre 2017. Ha effettuato il tirocinio universitario presso l’U.O. di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva del Policlinico San Donato, dove ha appreso alcune conoscenze specifiche. Successivamente ha ottenuto l'abilitazione all'esercizio della professione di Biologo dopo il superamento della prima sessione dell'Esame di Stato del 2018 e si è iscritta all'albo dei Biologi (Sezione A). Attualmente frequenta un master universitario di II livello presso l'Università di Milano-Bicocca, che prende il nome di "Master ADA - Alimentazione e Dietetica Applicata", e lavora in qualità di Biologa Nutrizionista e di docente di biologia, chimica e scienze alimentari.

Categorie

Salute e Benessere


Tag

allergie intolleranze alimentari MIND

Potrebbero interessarti

Image

Ogni sintomo è attribuito ad un’intolleranza alimentare, è veramente così? Facciamo chiarezza

Federica Mascaretti
Image

Il cibo in una visione antropologica

Maria Parisi
Image

Le differenze tra allergie ed intolleranze alimentari

Maria Parisi
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui
Diventa Associato