background

Iniziano le Olimpiadi di Tokyo 2020

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 si svolgeranno dal 23 luglio all’8 agosto 2021, nonostante fossero state prefissate dal Comitato internazionale olimpionico per le date che vanno dal 24 luglio al 9 agosto dell’anno 2020.

A causa della pandemia di Covid-19, per la prima volta nella storia delle Olimpiadi moderne i giochi sono stati rimandati e non del tutto cancellati, come invece accadde alle edizioni del 1916 a causa dello scatenarsi della Prima Guerra Mondiale, e alle edizioni del 1940 e 1944 a causa invece della Seconda Guerra Mondiale.

In realtà il loro rinvio è solo una delle svariate peculiarità che accompagnano i giochi olimpici di quest’anno. Un altro esempio è quello di svolgere la maggior parte delle gare a porte chiuse e, secondo le ultime indiscrezioni, anche gli stadi al di fuori del centro di Tokyo, che avrebbero potuto ospitare pubblico seguendo le norme di distanziamento e capienza limitata, verranno chiusi. La decisione di svolgere le Olimpiadi senza pubblico in presenza ma solo televisivo non ha precedenti storici e si aggiunge alla lunghissima lista delle modifiche che la nostra normalità ha subito in seguito al diffondersi del virus.

Gli atleti gareggeranno in stadi silenziosi, senza il supporto del pubblico, e di fatto si perderà lo spirito di aggregazione che caratterizza questo evento sportivo fin dalla sua nascita. La decisione da parte del governo giapponese di blindare la città di Tokyo per tutta la durata delle Olimpiadi non è di certo stata presa alla leggera, ma risulta necessaria per il contenimento dei contagi in Giappone che sembrano essersi impennati, e data anche la situazione vaccinale giapponese, in quanto solo una piccola parte della popolazione ha completato la vaccinazione.

Se dal punto di vista sanitario la riduzione al minimo degli accessi agli eventi olimpici si spera produca effetti positivi, lo stesso non si può dire dal punto di vista economico. Molti degli sponsor e delle aziende locali hanno deciso di ritirarsi o di ridurre significativamente gli eventi promozionali legati alle Olimpiadi 2020; inoltre, i ricavi mancanti dalla vendita di biglietti creano un grosso vuoto economico  secondo il Financial Times è di circa 800 milioni di dollari – che il governo e le istituzioni giapponesi dovranno colmare.

Fortunatamente, circa il 75% delle spese verranno coperte dai pagamenti dei diritti di trasmissione della competizione sia in televisione che in diretta streaming. Inoltre, la digitalizzazione arriva in soccorso con una nuova app ufficiale delle Olimpiadi, in grado di permettere al telespettatore di rimanere sempre aggiornato sugli eventi, gare e risultati, e poter interagire con altri telespettatori senza muoversi da casa. Ciò  contribuisce non solo ai proventi, ma rappresenta anche un tentativo di riavvicinare le persone a questo evento mondiale.

Persino l’opinione pubblica giapponese è fortemente divisa riguardo allo svolgimento delle Olimpiadi 2020: una parte di popolazione comprende che l’annullamento definitivo dell’evento sportivo avrebbe causato danni economici maggiori al governo giapponese, mentre l’altra parte di popolazione – e forse la più cospicua – in questo momento vede le Olimpiadi 2020 come una grossa minaccia alla salute del popolo giapponese.

Schierarsi sulla questione non è di certo semplice, specialmente con i contagi in aumento, dovuti anche al diffondersi della nuova variante Delta, e con la scoperta di recenti casi positivi al Covid-19 all’interno dei villaggi degli atleti. Ciò che è certo però è che le Olimpiadi di Tokyo 2020  le uniche a essere effettuate in un anno dispari (2021), al centro di molte controversie e svolte in stadi silenziosi – rimarranno nella storia.


Condividi il post

  • L'Autore

    Graziana Gigliuto

    IT

    Graziana Gigliuto è nata e cresciuta in Sicilia. Al momento è una studentessa del percorso di laurea magistrale in Relazioni Internazionali Comparate, curriculum Global Studies presso l'università Ca' Foscari di Venezia. Ha conseguito la laurea triennale in Lingue,Culture e Società dell'Asia e dell'Africa Mediterranea, curriculum Cina presso il medesimo ateneo.

    Durante i suoi studi non solo ha sviluppato un forte interesse per l'apprendimento di lingue straniere, consolidato durante i soggiorni di studio all'estero, ma anche una spiccata curiosità verso tutto ciò che riguarda la cultura, le dinamiche sociali e la politica estera, in primo luogo dell'Asia, per poi estendersi ad altre aree geografiche.

    All'interno della stimolante realtà di Mondo Internazionale ricopre il ruolo di autrice per l'area tematica Legge e Società.

    EN

    Graziana Gigliuto was born and she grew up in Sicily. She is currently a student for a Master degree in Comparative International Relations, curriculum Global Studies at Ca’ Foscari University in Venice. She obtained a Bachelor Degree in Language,Culture,Society of Asia and Mediterranean Africa, curriculum China at the same university.

    During her studies, besides developing a strong interest for the process of learning foreign languages, consolidated during her periods of studies abroad, she also developed a particular curiosity regarding culture, social dynamics and foreign policy, initially of Asia, and later of others parts of the globe.

    She is working as an author for the thematic area of Law and Society in the stimulating reality of Mondo Internazionale.

Categorie

Dal Mondo Asia Orientale Sezioni Società


Tag

Giappone olimpiadi2020 sport Società

Potrebbero interessarti

Image

Risorgere dalle ceneri

Redazione
Image

"Siamo tutti coreani, guardate le nostre facce, vi sembrano diverse?"

Michele Pavan
Image

Guida all'alimentazione del soggetto sportivo

Redazione
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui