background

IILA, Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana

L’IILA è un organismo intergovernativo con Sede a Roma, istituito nel 1966 dall’allora Ministro degli Esteri Amintore Fanfani con l’obiettivo di stimolare e potenziare le relazioni tra l’Italia (e più in generale l’Europa) e l’America Latina. I membri sono l’Italia e le 20 Repubbliche dell’America Latina: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Haiti, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Repubblica Dominicana, Uruguay e Repubblica Bolivariana del Venezuela. Inoltre, dal 2007 l’IILA è membro osservatore dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Fin dalla sua nascita, questo organismo ha ricoperto un ruolo importante nel facilitare i rapporti tra Italia, Europa e America Latina, lavorando in vari campi: culturale, socio economico, tecnico scientifico e della cooperazione. Tutto ciò viene fatto con attività di vario genere, per esempio organizzando incontri con gli specialisti del settore, patrocinando eventi e borse di studio, organizzando convegni e altre manifestazioni. Inoltre, IILA collabora con organismi intergovernativi, istituzioni ed enti specializzati che si occupano dell’America Latina, come la Banca Interamericana di Sviluppo o l’Organizzazione degli Stati Americani.

Vediamo ora alcune delle recenti iniziative portate avanti dall’organismo.


Conferenze Italia-America Latina e Caraibi

Le Conferenze Italia-America Latina e Caraibi sono un evento con cadenza biennale, realizzato dal Ministro degli Esteri in collaborazione con l’IILA. L’evento è stato lanciato per la prima volta a Milano nel 2003 e ha poi acquisito una dimensione intergovernativa a partire dal 2007. Da allora, rappresenta il momento culminante del dialogo tra Italia e le regioni latinoamericana e caraibica.

L’ultima Conferenza si è tenuta il 10 ottobre 2019 alla Farnesina (si tratta della IX edizione). Il tema scelto è stato “insieme per una crescita sostenibile” e si è andati verso la ricerca di nuove collaborazioni tra le aree interessate per la promozione di iniziative che riguardino la green economy.


IILA e Onu Mujeres, empowerment femminile

Il 30 novembre 2020, IILA e Onu mujeres hanno organizzato una tavola rotonda virtuale (con il contributo dell’Unesco) per promuovere il dialogo tra Italia e America sulle politiche di genere messe in attico per problematiche che erano già esistenti, ma che sono state esasperate dalla pandemia da Covid-19. La Segretario Generale dell’IILA, Antonella Cavallari, ha sottolineato che “è impossibile uno sviluppo sostenibile senza la parità di genere: si tratta di ricostruire le società considerando le donne come risorse e mitigando l’impatto della pandemia nei loro confronti. IILA lavora instancabilmente per gli obiettivi dell’Agenda 2030 e tra questi il numero 5 sull’uguaglianza di genere ci sta molto a cuore: da anni siamo in prima linea su progetti che promuovono l’emancipazione economica delle donne artigiane e imprenditrici”.


Collaborazione Enel e IILA

Il 2 dicembre 2020, IILA ed Enel Américas hanno siglato una lettera d’intenti riguardante iniziative e progetti che mirano alla promozione e allo sviluppo delle città circolari nel territorio latino americano. L’obiettivo della collaborazione è di diffondere nella regione la conoscenza sul tema e di accelerare la transizione verso modelli di urbanizzazione circolari.

L’accordo, in particolare, riguarda:

  • le iniziative che IILA sta sviluppando insieme a Symbola con il progetto Ciudades Verdes”, un’iniziativa che mira a sostenere e favorire la trasformazione delle città latinoamericane verso un modello di economia circolare e sviluppo urbano sostenibile, lanciato sempre nel 2020;
  • la condivisione di best practice che il Gruppo Enel sta sviluppando a livello globale;
  • l’individuazione di priorità per la definizione di un’agenda strategica dell’economia circolare sul territorio latino-americano;
  • la definizione di linee guida che promuovano la transizione a un modello di economia circolare;
  • iniziative di divulgazione e di formazione tecnico-specialistica in materia di economia circolare;
  • la realizzazione di studi e approfondimenti dedicati alle città circolari, anche avvalendosi della collaborazione di altri attori, pubblici e privati”.

È doveroso sottolineare che in America Latina l’80% della popolazione è urbanizzato; ripensare il modello di sviluppo, dunque, richiede anche la riorganizzazione della convivenza urbana in modo sostenibile e circolare.


Qhapaq Ñan, Il grande cammino delle Ande

Dall'11 maggio al 22 agosto 2021, IILA presenta una mostra interdisciplinare dedicata al Qhapaq Ñan, Il grande cammino delle Ande, allestita a Roma negli spazi del MUCIV – Museo delle Civiltà. Il Qhapaq Ñan è un viaggio attraverso il sistema vario andino creato dagli Incas, le cui ramificazioni arrivano in sei Paesi dell’America Latina: Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Ecuador e Perù, raggiungendo un totale di oltre trentamila chilometri. Il cammino Inca attraversa una delle aree geografiche più estreme al mondo, caratterizzata da una grande biodiversità. Qhapaq Ñan è stato dichiarato Patrimonio Mondiale UNESCO nel 2014, grazie a un complesso processo di cooperazione culturale tra i sei Paesi. L’esposizione romana presso il Museo della Civiltà (MUCIV) va alla scoperta proprio di questo immenso territorio e del suo patrimonio.


Condividi il post

  • L'Autore

    Lorena Radici

    Lorena Radici studia Relazioni Internazionali presso l'Università degli Studi di Milano, curriculum: International Cooperation and Human Rights. Nel 2019 ha conseguito una laurea in Scienze della Mediazione Linguistica presso la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici (SSML) di Varese, specializzandosi nel campo della traduzione e dell'interpretariato in inglese, spagnolo e cinese.

    Durante il suo percorso di studi alla triennale ha avuto l'opportunità di svolgere dei tirocini di traduzione verso la lingua inglese con la redazione di VareseNews e con l'associazione culturale della località del Sacro Monte di Varese. Sempre alla SSML ha poi frequentato il corso di alta formazione in Mediazione Culturale.

    La sua passione per le Relazioni Internazionali è rivolta soprattutto al settore dei diritti umani, dell'immigrazione e della sicurezza internazionale. In particolare, è interessata ai temi riguardanti la criminalità organizzata globale.

    In Mondo Internazionale ricopre il ruolo di Autrice nelle aree tematiche "Organizzazioni Internazionali" e "Ambiente e Sviluppo" e il ruolo di Revisore di Bozze.

    Lorena Radici studies International Relations at the University of Milan, curriculum: International Cooperation and Human Rights. In 2019 she got a degree in Sciences of Language Mediation at SSML in Varese, where she studied Translation and Interpretating in English, Spanish and Chinese.

    During the degree course at SSML she had the opportunity to do an internship in translation with VareseNews and a cultural association of Sacro Monte. She also attended a course of Higher Education in Cultural Mediation.

    For what regards International Relations, she is interested above all in human rights, immigration and international security. Particularly, she is interested in topics related to global criminal organizations.

    Within Mondo Internazionale she is an Author for the thematic areas of "International Organizations" and "Environment and Development" and she also serves as Proofreader.

Categorie

Dal Mondo America del Sud Sezioni Cultura Organizzazioni Internazionali Società


Tag

organizzazioni internazionali America Latina e Caraibi cooperazione internazionale sviluppo sostenibile

Potrebbero interessarti

Image

Framing the World, Numero XXVII

Redazione
Image

Framing the World, Numero XVII

Redazione
Image

Framing The World, Numero XLXI

Redazione
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui