background

Qingming

Culturalmente Imparando

La festa del Qingming, detta anche Festa della Luminosità Pura o Giorno degli Antenati, è una festività ancora molto diffusa in Cina. La giornata è dedicata ai defunti e consiste nella pulizia delle tombe e nell’offerta di sacrifici ai propri cari scomparsi. Inoltre, cade esattamente il quindicesimo giorno dopo l’equinozio di primavera quindi l’occasione è anche utilizzata per festeggiare la primavera. Ma cosa c’è all’origine di questa usanza?

Vi sono varie versioni ma la più comune è la storia dello Zuo Zhuan, un’opera letteraria cinese. Quest'ultima narra di Chong Er e Jie Zitui. Il primo, un principe esiliato per quasi vent’anni in condizioni di povertà, un giorno, mentre stava quasi morendo di fame, incontrò il secondo. Jie Zitui fu l’unica persona ad aiutarlo e gli salvò la vita tagliandosi un pezzo di coscia per cibarlo. Chong Er fu molto colpito dal gesto e gli promise una ricompensa non appena fosse finito l’esilio e fosse diventato Re. Ma, non appena Chong Er salì al trono, in un primo momento, dimenticò Jie. Quando lo ricordò, lo fece cercare ma ogni ricerca fu vana. Il suo salvatore aveva lasciato la città, trasferendosi nelle foreste del monte Jin. Chong Er, per trovarlo, diede fuoco a tre lati della montagna pensando in questo modo di costringerlo ad uscire ma, purtroppo, Jie venne trovato senza vita appoggiato ad un grande salice su cui vi era una scritta con il sangue: “desidero solo un Re puro e luminoso”. Chong Er, commosso, promise che si sarebbe impegnato ad essere tale e fece seppellire Jie sotto il salice. L’anno seguente il Re andò a far visita alla tomba e si trovò davanti un albero rigoglioso, nonostante l’incendio che lo aveva colpito l’anno precedente. Confortato da questo e ricordando la parola Qingming, puro e luminoso, ribattezzò quella giornata stabilendo che d'ora in avanti si sarebbe celebrata. Gli annali storici riportano che Chong Er fu di fatto un re puro e giusto e che sotto il suo regno si visse in pace e armonia.

Da allora la ricorrenza divenne l’occasione per i cinesi di commemorare i propri antenati. Durante il Giorno degli Antenati, le famiglie cinesi ricordano i propri cari nel luogo in cui sono stati sepolti, dedicandosi all’accurata pulizia delle tombe e all’omaggio di fiori freschi. Molte cose vengono bruciate in onore dei defunti ed è anche molto diffusa l’usanza di far volare variopinti aquiloni nel cielo. Le usanze per il festeggiamento non si limitano solamente alla malinconica memoria dei cari, ma comprendono anche attività gioiose con cui i cinesi celebrano, al tempo stesso, la vita. Qingming rappresenta l’incontro tra il pianto e il riso, la tristezza e l’allegria, la morte e la rinascita.


Condividi il post

  • L'Autore

    Davide Ridulfo

Categorie


Tag

Potrebbero interessarti

Image

A giugno in Europa

Michele Bodei
Image

La dj palestinese Sama’ Abdulhadi

Alice Stillone
Image

Festival del Fundraising 2020: a breve la scadenza della tariffa early bird

Redazione
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui