background

Piñata

Culturalmente Imparando

Conosciuto come un classico gioco da compleanno, la Pignatta (Piñata) ha una storia secolare alle proprie spalle.

Attraverso il libro Il Milione di Marco Polo, si è venuti a conoscenza che l’origine della Pignatta è riconducibile all’attuale territorio della Cina, dal quale l’autore afferma di aver portato l’usanza in Europa. Solamente con la colonizzazione del Nuovo Mondo la Pignatta raggiunse il Messico, territorio al quale viene solitamente associata tale tradizione. Qui, la tradizione cinese si incontra con un’antica usanza molto simile tramandata dalla popolazione azteca.

La Pignatta fu introdotta in Messico soprattutto come allegoria della bontà divina, nel tentativo di facilitare il processo di evangelizzazione durante il 1500. Per questo motivo, inizialmente la Pignatta era costituita da sette punte, che rappresentavano i sette peccati capitali, e solo attraverso la forza della volontà l’uomo poteva vincere il peccato. Il premio erano dolcezze che cadevano dall’alto (come caramelle o dolciumi), racchiusi nella Pignatta, come simbolo della bontà di Dio.

Entrata a far parte della cultura messicana, l’usanza abbandonò abbastanza rapidamente il significato allegorico cristiano e lasciò spazio ad una tradizione semplicemente giocosa, un gioco per particolari feste e, soprattutto, un passatempo divertente per i più piccoli.


Condividi il post

  • L'Autore

    Pablo Scialino

Categorie


Tag

Potrebbero interessarti

Image

Robin Hood è nato in Georgia

Domenico Barbato
Image

La difficile Conferenza sul futuro dell'Europa

Leonardo Cherici
Image

Canada: sito dell’immigrazione in tilt

Alberto Lussana
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui