background

La Rinconada

Culturalmente Imparando

La Rinconada è il nome di un centro abitato del Perù meridionale dalla storia davvero incredibile. Questo paese di trentamila abitanti è conosciuto da tutti come l’insediamento umano più alto del mondo: la Rinconada, infatti, si trova ad un’altitudine di 5100 metri.

Costruita ai piedi del maestoso ghiacciaio Ananea, il suo territorio è decisamente ricco di giacimenti d’oro. In epoca coloniale, questa sua caratteristica spinse i cacique (ovvero, i capi locali) a scegliere di persona, tra la popolazione indigena, coloro i quali consideravano geneticamente predisposti a lavorare nelle condizioni richieste dall’altitudine. Qui infatti la temperatura media durante l’anno non supera 1.3° e la scarsità di ossigeno può nuocere gravemente alla salute di chi non è abituato a tali circostanze.

La città è difficilmente raggiungibile: una stretta strada sterrata, circondata da ghiaccio e rocce e che costeggia il fianco di una ripida cima andina, rappresenta l’unica via d’accesso al paese. Per questo motivo il viaggio per arrivarci può durare anche per diversi giorni.

A Rinconada le condizioni di vita sono tutt’altro che semplici: nonostante la grande presenza di oro e l’aumento esponenziale del suo valore durante il primo decennio del nuovo millennio (cosa che ha raddoppiato la popolazione della città), gli abitanti non ricevono alcun tipo di stipendio. Essi vivono vendendo il poco oro che riescono a raccogliere ogni giorno.

A questo va aggiunta la scarsa presenza di servizi: solo un paio di hotel, un municipio e un ospedale colorano una città che non gode né di una rete fognaria né di acqua potabile dei corsi d’acqua, dovuta alle contaminazioni di cianuro e di mercurio. Il lavoro nelle miniere, inoltre, sottopone i lavoratori all’inalazione di pericolosi gas tossici, aumentati dai frequenti falò che gli abitanti sono soliti fare con la spazzatura.


Condividi il post

  • L'Autore

    Pablo Scialino

Categorie


Tag

Potrebbero interessarti

Image

VR: una tecnologia immersiva per la creazione di mondi artificiali paralleli

Stefano Cavallari
Image

Supernotes: Il dollaro illegale

Redazione
Image

Pasta gialla o pasta rossa? Il miglior tubero: la patata

Federica Mascaretti
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui