background

Cumil il "guardone"

Culturalmente Imparando

Passeggiando per le strade di Bratislava, piccola e graziosa capitale della Slovacchia, ci si può imbattere in alcune curiose statue in bronzo. Uomini che scattano foto, alchimisti, soldati napoleonici, piccoli tizi che sembrano deridere i passanti, baroni, ragazze e persino lo scrittore Hans Christian Andersen! Sono numerose le statue di Bratislava, e tramite il passaparola i turisti si divertono a trovarle tutte e fotografarle.

La più famosa e iconica è sicuramente quella conosciuta come Cumil il guardone. Un uomo buffo che si sporge fuori da un tombino nel bel mezzo della strada e che col tempo è diventato uno dei simboli turistici della città. Cumil si trova in pieno centro storico, all’angolo tra via Panská e via Laurinská. Il povero Cumil è stato in passato più volte schiacciato dalle auto in corsa e di conseguenza diverse volte ricostruito. Non manca neppure chi camminando a piedi vi inciampi. Oggi un cartello “Man at work” avvisa gli automobilisti distratti della sua presenza. Quale mestiere però faccia il simpatico guardone non si sa. Forse vuole solo sbirciare sotto le gonne, come sembra rivelare il suo ghigno rilassato.

Le statue furono installate (quella di Cumil nel 1997) in vari punti della capitale per darle una ventata di freschezza e leggerezza dopo i lunghi anni di grigia dittatura comunista. Con l’apertura verso l’esterno e l’ingresso della Slovacchia nell’UE nel 2004, Bratislava ha conosciuto una felice stagione turistica. La relativa distanza con altre tre capitali regine del turismo europeo ovvero Vienna, Budapest e Praga (rispettivamente lontane circa 60, 180 e 320 km), ha sicuramente aiutato la città dell'ex Cecoslovacchia a farsi conoscere.

Le statue di bronzo non sono un’esclusiva di Bratislava. Se ne trovano molte anche a Budapest. Tra queste, la più fotografata dai turisti è quella di un poliziotto baffuto e panciuto che controlla il centro storico nei pressi della cattedrale di Santo Stefano. Pare che toccargli la pancia porti fortuna.


Condividi il post

  • L'Autore

    Mario Rafaniello

    Mario Rafaniello Vice Responsabile della rubrica “Culturalmente Imparando”. Partecipa anche all’entusiasmante progetto “Japan 2020” e si interessa di arte, cultura e letteratura.

    Laureato in Giurisprudenza e laureando in Relazioni Internazionali. Attualmente collabora con diversi portali online.

Categorie


Tag

Potrebbero interessarti

Image

QUINOA e AMARANTO: due pseudocereali sudamericani con ottime proprietà nutrizionali

Federica Mascaretti
Image

Eletta la nuova presidente della Commissione Europea

Leonardo Cherici
Image

Nel mondo globalizzato, un nuovo cancro colpisce la società: il Data Breach

Domenico Barbato
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui