background

Baguette

Culturalmente Imparando

Nel 1830 in Francia arrivó il cosídetto pane viennois. A base di lievito di birra e cotto al vapore, veniva originariamente consumato in ambienti aristocratici, fino a diventare più diffuso tra i cittadini con l’eliminazione dei dazi sul pane. Con questa integrazione austriaca all'interno dell’alimentazione francese, si osserva uno sviluppo nella sua composizione, trasformandosi nel “pane dei lavoratori”. La forma di questo pane si allunga progressivamente, tanto che diventa necessario produrre cesti di vimini più profondi per contenerlo. Nasce così la Baguette, alimento fondamentale nella tradizione francese. Con la sua dimensione particolare conquista anche gli stranieri, diffondendo la sua fama intorno al mondo. L’alimento verrà utilizzato soprattutto dopo la Prima Guerra Mondiale per comunicare l’idea di una Francia sana e senza complicazioni, anche se a tutti gli effetti questa immagine non corrispondeva a realtà. La popolazione infatti si distaccò dalle campagne e finì per peggiorare la sua dieta. Anche la baguette stessa diventò molte volte proibita da parte dei dietologi soprattutto per le persone in sovrappeso. Successivamente a vari decreti legge degli anni ‘90 si imposero misure piu restrittive sugli ingredienti naturali che avrebbero dovuto comporre la vera baguette tradizionale francese. Essa infatti ad oggi, per essere tale, si compone di acqua, farina,lievito (di birra o pasta madre) e sale. Le originali? Solo nelle boulangerie francesi!


Condividi il post

Potrebbero interessarti

Image

L’obesità della madre può influenzare quella del nascituro? Il ruolo del microbiota

Federica Mascaretti
Image

Arabia Saudita e Qatar: guerra al terrore o corsa al primato regionale?

Daniele Molteni
Image

Dalla Sala bianca di palazzo Pitti al Cremlino passando da Pechino. Il sogno di una grande Donna.

Vittoria Petecchi
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui
Diventa Associato