background

Aoshima

Culturalmente Imparando

L’isola di Aoshima nella Prefettura di Ehime, situata nel Mare Interno di Seto, in Giappone, è conosciuta come “l’isola dei gatti”. Su questa piccola isola di mezzo chilometro quadrato, infatti, vive una colonia di più di un centinaio di gatti che attira turisti da tutto il mondo. Ma come ha avuto inizio questa storia?

La posizione dell’isola fece sì che, a metà del 1900, questa diventasse un centro peschereccio di discreta importanza. Il numero di abitanti arrivò addirittura ad un picco di 900 abitanti, ma a differenza dei felini, che furono introdotti nel tentativo di limitare il numero di roditori presenti sulle imbarcazioni, gli abitanti e l’economia dell’isola risentirono pesantemente dell’innovazione del settore industriale. Ne consegue che, ad oggi, gli abitanti rimasti sono meno di quindici e con un’età media di 75 anni. Quindi, la crescente diminuzione degli abitanti dell’isola permise agli animali di riprodursi senza limiti, e solamente dagli anni 90 la loro presenza è tenuta sotto controllo da un programma di sorveglianza e sterilizzazione.


Condividi il post

  • L'Autore

    Pablo Scialino

Categorie


Tag

Potrebbero interessarti

Image

Studio Novecento si presenta

Marcello Alberizzi
Image

Il filo rosso tra Tillerson e Skripal

Alessio Ercoli
Image

Framing the World, VIII numero

Vincenzo Battaglia
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui
Diventa Associato