background

Cross-reattività: scopriamola insieme

Restando nel tema delle allergie alimentari, una particolare attenzione va dedicata alle cross-reattività, di cui molti, probabilmente, non hanno mai sentito parlare.

Nelle precedenti analisi, abbiamo visto che nel soggetto allergico il sistema immunitario riconosce come pericolose delle molecole, gli allergeni, (in realtà innocue) e contro di esse scateni una reazione. Alcuni allergeni possiedono delle strutture molto simili. Tali strutture hanno origini molto antiche e sono state tramandate alle nuove specie nel corso dell’evoluzione, in quanto fondamentali per lo svolgimento di processi vitali. Alimenti con allergeni aventi strutture molto simili tra loro si dicono cross-correlati. Soggetti allergici ad un determinato alimento, dunque, possono sviluppare delle reazioni anche contro alimenti cross-correlati con esso. I sintomi consistono, in genere, in prurito e gonfiore a carico del cavo orale e, in alcuni casi, senso di soffocamento.

Nella tabella 1 è indicata la cross-reattività tra alimenti diversi.

Alimento

Alimenti cross-correlati

Aglio

Cipolla, asparago

Carota

Ananas, anice, avocado, frumento, mela, patate, sedano, segale

Carni

Tra carne di bovino e latte o tra carni diverse (coniglio, maiale, manzo)

Cereali

Avena, mais, orzo, riso, segale, frumento

Gamberetti

Aragoste, calamari, scampi, e questi tra di loro

Latte

Vaccino, di capra, di pecora

Mela

Carota, patata, sedano

Merluzzo

Salmone, sgombro, tonno, trota, surimi, e questi tra di loro

Pesca

Albicocca, ciliegie, prugne, susine

Piselli

Fagioli, lenticchie, liquirizia, noccioline, soia

Soia

Arachidi, fagioli, piselli

Tabella 1.Cross-reattività tra alimenti diversi.1

Reazioni di cross-reattività possono verificarsi anche tra allergeni inalanti (come quelli dei pollini) e allergeni alimentari, qualora abbiano una struttura molto simile. In genere, ciò avviene nel periodo di massima pollinazione e, se la reazione è particolarmente forte, i soggetti coinvolti devono evitare di assumere alimenti che cross-reagiscono con gli inalanti a cui sono allergici.

Nella tabella 2 è indicata la cross-reattività tra allergeni inalanti e allergeni alimentari.

Allergene inalante

Alimenti cross-correlati

Acari

Gamberi, lumache

Ambrosia

Melone, banana, camomilla, carota, castagna, cicorie

Betulla

Albicocca, kiwi, banana, carota, ciliegia, finocchio, mela, nocciola, noce, pera, pesca, prugna, sedano

Composite

Anguria, sedano, banana, anice, camomilla, carota, cetriolo, finocchio, mela, melone, prezzemolo, zucca

Graminacee

Frumento, arancia, arachidi, kiwi, anguria, melone, cetriolo, pomodoro

Lattice

Avocado, banana, castagna, kiwi, ananas, mango, uva

Nocciolo

Carota, ciliegia, limone, mela, pesca

Parietaria

Basilico, gelso, ciliegia, melone, ortica

Tabella 2. Cross-reattività tra allergeni inalanti e allergeni alimentari.2

Naturalmente, se si sospetta una reazione di cross-reattività, è sempre opportuno consultare un esperto che sappia consigliarvi come comportarvi al meglio. In questo modo, si eviterà di eliminare inutilmente degli alimenti dalla propria dieta.


Bibliografia:

[1,2] Lina Conti, “Intolleranze e allergie alimentari, come riconoscere i sintomi e affrontare i problemi”(2011) Demetra Editore.


Condividi il post

  • L'Autore

    Francesca Locatelli

Categorie

Salute e Benessere Nutrizione


Tag

Cross-reattività Alimentazione MIND - Nutrition Deal

Potrebbero interessarti

Image

Nutrizione e menopausa: qualche dritta

Francesca Locatelli
Image

Biologia infame: ecco perché ingrassiamo

Francesca Locatelli
Image

Pasta gialla o pasta rossa? Il miglior tubero: la patata

Federica Mascaretti
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui