background

Christine Lagarde, prima donna a dirigere la Banca centrale europea (BCE)

Christine Lagarde nacque il primo gennaio 1956, si laureò in scienze politiche a Aix-en-Provence nel 1977 e successivamente ottenne due master, uno in inglese e l’altro in diritto d’affari.

Nel 1981 iniziò a lavorare per Baker & McKenzie, uno studio legale multinazionale specializzato in diritto d’affari e nel 1995 entrò a far parte del comitato esecutivo, diventando poi nel 1999 presidente del consiglio di amministrazione con l’unicità di essere la prima donna ad accedere a questa posizione.

Nel 2005 iniziò per Christine Lagarde l'impegno istituzionale in Francia: venne infatti nominata Ministro delegato al Commercio Estero nel governo Dominique de Villepin. In prosieguo di tempo fu Ministro dell'Agricoltura e della Pesca nel governo François Fillon I e, da ultimo, Ministro dell'Economia, dell'Industria e dell'Impiego nel governo F. Fillon II.

Il 28 giugno 2011 fu scelta dal comitato esecutivo del Fondo Monetario Internazionale (FMI) come nuovo direttore generale.

Arrivando ai giorni nostri, il primo novembre 2019 Chirstine Lagarde ha avviato la sua presidenza presso la Banca centrale europea (BCE), divenendo la prima donna a dirigerla.

Il 2 luglio 2019 fu infatti designata dal Consiglio europeo per succedere a Mario Draghi; in seguito, il 17 settembre il Parlamento europeo ha votato a scrutinio segreto confermando quindi la sua nomina con 394 voti a favore, 206 contrari e 49 astensioni.

In un comunicato la BCE annuncia ufficialmente l’inizio del mandato: “Benvenuta, Christine Lagarde, le diamo il benvenuto come nuova presidente della Bce. Le auguriamo tutto il meglio per il suo mandato di otto anni (…)”.

Secondo quanto riportato, il nuovo Presidente manterrà inizialmente i principali consulenti incaricati da Mario Draghi, compreso il suo consigliere privato, rimarrà quindi in carica il tedesco Roland Straub.

La decisione è, pertanto, un segnale di continuità con la politica di Mario Draghi, seguendo l’impronta ultra-espansiva promossa da quest’ultimo.

Una priorità è già stata annunciata dall'ex direttrice del Fondo Monetario Internazionale durante l'audizione al Parlamento europeo: "Il cambiamento climatico è una delle sfide globali più pressanti che la società di oggi deve affrontare. La mia opinione personale è che ogni istituzione debba mettere il pericolo del cambiamento climatico e la protezione dell'ambiente al centro della propria missione".

La Lagarde chiede inoltre uno sforzo maggiore a quei paesi della zona euro che possono permetterselo: "I Paesi, soprattutto quelli che hanno fondi nel bilancio, non hanno fatto lo sforzo necessario - ha detto - E penso a quei Paesi che in questo momento sono in persistente surplus di bilancio, come i Paesi Bassi, la Germania ed altri nel mondo".


Condividi il post

  • L'Autore

    Giada Pagnoni

Categorie

Dal Mondo Europa


Tag

EuropEasy BCE UnioneEuropea

Potrebbero interessarti

Image

Il Consiglio Europeo

Martina Oneta
Image

Christine Lagarde, prima donna a dirigere la Banca centrale europea (BCE)

Giada Pagnoni
Image

Chi è Valdis Dombrovskis ?

Giada Pagnoni
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui
Diventa Associato