background

20 luglio 1944

Accadde Oggi

Era il 20 luglio del 1944 quando alle 12:42 nel quartier generale di Rastenberg, in sala riunioni, esplose un ordigno.
Si trattava dell'Operazione Valchiria, il tentativo organizzato da alcuni politici e militari tedeschi della Wehrmacht, e attuato dal colonnello Claus Schenk von Stauffenberg, di assassinare Adolf Hitler.
Lo scopo dell'attentato era quello di eliminare Adolf Hitler e, attraverso un colpo di Stato, instaurare un nuovo governo che avesse il compito di negoziare una pace separata con gli Alleati, allo scopo di evitare la disfatta militare e l'invasione della Germania. L'attentato fu pianificato sfruttando la possibilità che offriva il piano Valchiria, ossia la mobilitazione della milizia territoriale in caso di colpo di Stato o insurrezione interna, opportunamente modificato dal colonnello von Stauffenberg. L'esplosione dell'ordigno uccise tre ufficiali e uno stenografo, tuttavia il Führer non morì, subì soltanto ferite più o meno lievi.
Da questa vicenda si diffuse una specie di leggenda su Hitler che lo ritraeva come un uomo immortale, un uomo capace di sfuggire alla morte.


Condividi il post

Potrebbero interessarti

Image

Proposta di pace per lo Yemen, ancora rifiutata

Michele Pavan
Image

Violenza fisica: perchè è così difficile uscirne?

Isabella Poretti
Image

L'intolleranza al lattosio: un po' di chiarezza...

Francesca Locatelli
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui
Diventa Associato