background

2 ottobre 1935

Accadde Oggi

“È mio dovere informare i governi riuniti a Ginevra, in quanto responsabili della vita di milioni di uomini, donne e bambini, del mortale pericolo che li minaccia descrivendo il destino dell’Europa. Il governo italiano non ha fatto la guerra soltanto contro i combattenti: esso ha attaccato soprattutto popolazioni molto lontane dal fronte, al fine di sterminarle e terrorizzarle [...]”.

In questa data comincia quella che verrà ricordata come Campagna di Etiopia o Guerra di Etiopia che si concluse il 5 maggio 1936. Essa si concluse con la proclamazione ad Addis Abeba dell’impero Italiano in Etiopia da parte di Benito Mussolini a Palazzo Venezia. Il conflitto assunse un carattere fortemente simbolico in cui il regime cercó di legittimarsi tramite il compattamento del consenso interno e la ricerca di un prestigio internazionale. Fu una campagna cruenta e costosissima che costó allo stato italiano l’entrata in guerra come subordinata alla potenza tedesca. In alcuni casi vennero utilizzate anche armi chimiche. Le ostilità comunque non si fermarono alla conclusione del conflitto e si prolungarono attraverso la resistenza degli “arbegnuoc”, i patrioti, che subirono le misure repressive della “polizia coloniale” che non risparmiavano nemmeno i civili. La reazione della comunità internazionale fu insoddisfacente, nonostante il richiamo all’unità e allo stato di diritto del negus Selassié, imperatore di etiopia. Lo sapevate? Questa guerra sancí la definitiva decadenza della Società delle Nazioni, antenata dell’ONU, nata nel 1919 e definitivamente estinta nel 1946.


Condividi il post

Potrebbero interessarti

Image

Trump, referendum e brexit: l’economia in calo.

Alberto Lussana
Image

Afghanistan: la crisi non conosce tregua

Vincenzo Battaglia
Image

La telefonata che salva la vita dei migranti

Alberto Lussana
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui
Diventa Associato