background

17 maggio 1990

Accadde Oggi

L'Oms cancella l'omosessualità dall'elenco delle malattie mentali, definendola per la prima volta “una variante naturale del comportamento umano". Oggi quella data viene ricordata celebrando la “giornata mondiale contro l’omofobia”.

E’ negli anni '70 che la comunità gay cominciò a richiedere diritti civili nei Paesi occidentali. Contemporaneamente anche il mondo scientifico iniziò a rivedere le teorie riguardo l'omosessualità. Nel 1974 l’omosessualità viene cancellata dal Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali pubblicato dall'American Psychiatric Association. Nella prima versione del 1952 risultava ancora una condizione psicopatologica tra i “Disturbi sociopatici di Personalità”. Nel 1968 era considerata una deviazione sessuale, come la pedofilia, catalogata tra i “Disturbi Mentali non Psicotici”. E ancora nel 1974 sui testi scientifici si parlava di ”omosessualità egodistonica”, ovvero quella condizione in cui una persona omosessuale non accetta il proprio orientamento sessuale e non lo vive con serenità. Questa teoria verrà superata nel 1987 per arrivare poi appunto al 1990, quando anche l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) decide di depennare l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali.



Condividi il post

Potrebbero interessarti

Image

Giuditta e Oloferne: il dipinto di rivalsa di artemisia gentileschi sul suo stupratore

Isabella Poretti
Image

Kurdistan: the stateless nation (seconda parte)

Vincenzo Battaglia
Image

Arabia Saudita e Qatar: guerra al terrore o corsa al primato regionale?

Daniele Molteni
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui
Diventa Associato