background

16 gennaio 1919

Accade Oggi

Il 16 gennaio 1919 negli Stati Uniti fu ratificato, con il Volstead Act, il 18° emendamento alla Costituzione: esso proibiva “la produzione, la vendita e il trasporto di liquori intossicanti”; l’atto entrò in vigore nel 1920, dando così inizio al proibizionismo.

In realtà, leggi locali che vietavano la produzione di alcol erano state introdotte già a partire dal 1905; questa tendenza era dovuta ad una crescente avversione verso le bevande alcoliche, incarnata dal “temperance movement”, il movimento per la sobrietà. Si trattava di una corrente diffusa a livello internazionale che, negli Stati Uniti, aveva iniziato a prendere piede già dall’Ottocento. Esso promuoveva l’astinenza dall’alcol come parte di uno stile di vita morale e virtuoso: gli alcolici, si sosteneva, erano da incolpare per svariati problemi sociali, tra cui gli alti tassi di criminalità e disoccupazione. Di conseguenza, era necessario limitarne o vietarne la produzione e il consumo. Le donne furono una componente importante di tale movimento: in quanto principali allevatrici ed educatrici dei bambini al tempo, sostenevano di avere il diritto e il dovere di incoraggiare comportamenti virtuosi.

Durante il proibizionismo, tuttavia, l’assunzione di liquori non si arrestò: la messa fuori legge fece sviluppare il “bottleging” (la fabbricazione e la vendita illegale delle bevande) e portò alla creazione delle “speakeasies”, i locali dove si acquistava e beveva alcol clandestinamente. Tutto ciò contribuì a far arricchire la criminalità organizzata, che riuscì a ricavarsi uno spazio importante all’interno di questo business sommerso.

Durante gli anni Venti e i primi anni Trenta, quindi, il supporto al proibizionismo diminuì gradualmente, anche perché considerato una limitazione alle libertà personali.

Esso terminò solo nel 1933, quando il 21° emendamento abrogò il 18° e premise di nuovo la produzione e il consumo degli alcolici.


Condividi il post

  • L'Autore

    Chiara Vona

    Si è laureata in Relazioni Internazionali, con una tesi sulle trasmissioni radiofoniche americane verso i Paesi del blocco orientale durante la Guerra fredda e, attualmente, lavora nell'ambito della comunicazione.
    In Mondo Internazionale è Segretario di Mondo Internazionale Academy e redattrice per "AccadeOggi" ed "EuropEasy".

    She graduated in International Relations with a dissertation about American International broadcasting towards the communist bloc during the Cold War and, currently, she works in communications.
    Within Mondo Internazionale, she is Secretary of the Mondo Internazionale Academy and she writes for "It Happens Today" and "EuropEasy".



Categorie


Tag

Potrebbero interessarti

Image

Questione ambientale: uno scambio di opinioni con Barbara Battioni Romanelli

Leonardo Cherici
Image

Virtual Reality: come interagire in questo ambiente

Matteo Bergamini
Image

World Happiness Report 2019

Nico Delfine
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui