background

Le tech-olympics di Tokyo

Il Giappone investe sull'IoT e la cybersecurity per fare centro

Le olimpiadi di Tokyo sono importanti per diversi motivi. Ad oggi, se nel 1940 non fossero state annullate, il Giappone avrebbe all'attivo 3 edizioni insieme a Londra, Parigi ed Atene. Ma, oltre al valore storico, le olimpiadi del 2020 (2021 dopo il coronavirus) hanno anche un forte connotato innovativo.

I taxi automatici, riconoscimento facciale e dispositivi di traduzione istantanea sono solo alcuni degli strumenti messi in campo dal paese per facilitare le operazioni di sicurezza e per semplificare le interazioni e gli spostamenti. La necessità percepita da Tokyo è quella di mostrarsi ancora una volta come centro per il “futuro”, nell'ottica di una continua relazione con le altre potenze innovatrici mondiali (Stati Uniti e Cina).

Gli investimenti sulla Tecnologia

Negli ultimi mesi importanti investitori giapponesi come KDDI, Toyota e Softbank Group hanno investito molto nei settori dell'imprenditoria tecnologica e nelle Venture Capital per guidare l'innovazione. Inoltre, società giapponesi come JAL e Mizuho Bank hanno creato i propri centri di innovazione per guidare la crescita nel settore.

Con il suo concetto di stadio intelligente, l'azienda di telecomunicazioni NTT gioca un ruolo chiave nell'applicazione della tecnologia IoT ai giochi. La connessione internet ad alta velocità in ogni stadio permetterà di effettuare qualsiasi cosa, dagli ordini di cibo in sede alle statistiche in diretta e ai replay. L’utilizzo della rete 5G sarà ovviamente al centro di questo evento.

Il volume degli investimenti esteri è cresciuto, con 28,6 trilioni di yen (262 miliardi di dollari) di investimenti diretti esteri nel 2017, con un aumento di 300 miliardi di yen (2,75 miliardi di dollari) rispetto al 2016. Questo ha messo il paese sulla buona strada per raggiungere l'obiettivo del Primo Ministro Shinzo Abe: quello di raddoppiare gli FDI a 35 trilioni di yen (320 miliardi di dollari) entro il 2020.

Quali opportunità?

Se la tecnologia è senz'altro un marchio di fabbrica per il Giappone e le nuove Olimpiadi, l’evento rappresenta un bacino di opportunità per le imprese mondiali e italiane. Questo è vero soprattutto dal lato sportivo. Un esempio è Mondo, azienda italiana con sede in Piemonte, che ha realizzato il tracciato per le gare di atletica all'interno dello Stadio olimpico di Tokyo. Altri settori interessanti individuati dalla Japan External Trade Organization (JETRO) sono:

  • I principali fornitori di servizi di crociera nazionali;
  • Il settore delle hotellerie e delle pensioni;
  • Il settore dell’e-learning, in particolare in ambito linguistico.

Coronavirus permettendo

Quella di fare delle "Olimpiadi ridimensionate", ovvero senza la partecipazione di atleti provenienti dai principali paesi concorrenti, è una probabile soluzione impopolare. Ma è comunque sul tavolo delle trattative. Questo insieme alla possibilità di ridurre il numero degli spettatori per ogni evento e di eseguire test obbligatori per il Coronavirus. Il governatore di Tokyo Yuriko Koike ha annunciato che il governo giapponese e il comitato organizzatore di Tokyo 2020 stanno valutando la possibilità di semplificare” i Giochi. John Coates, il capo dell'ispettorato del Comitato Olimpico Internazionale (IOC) per Tokyo, ha affermato che gli organizzatori devono pianificare quelle che potrebbero essere Olimpiadi "molto diverse" dal normale. Almeno se non ci saranno segni in merito ad uno sradicamento del Covid-19.


Condividi il post

  • L'Autore

    Stefano Sartorio

    Laureato in Scienze Internazionali e Istituzioni Europee e studente di Relazioni internazionali, mi piace indagare sulle cause delle problematiche e capire i fondamenti che caratterizzano le più odierne sfide globali.

Categorie

Dal Mondo Asia Sezioni Tecnologia ed Innovazione


Tag

Japan olympics simplified Covid19 covid Coronavirus corona investments 2021 status now

Potrebbero interessarti

Image

Dal cuore del Mediterraneo ai mari d'Oriente

Mario Rafaniello
Image

Monozukuri e kaizen: in continuo "divenire"

Mario Rafaniello
Image

Quando la distanza non conta

Mario Rafaniello
Accedi al tuo account di Mondo Internazionale
Password dimenticata? Recuperala qui